La città

Alessandria si rivela come una città ricca di siti architettonici di pregio, di una rete museale di grande interesse e di peculiarità gastronomiche di antica tradizione.

Cenni storici

La città fu fondata nel 1168 dalla Lega lombarda, nel bel mezzo delle lotte tra i sostenitori del papato e quelli dell’impero. Il nome le fu dato in onore del papa Alessandro III e nel XIII diventò un potente comune che iniziò ad espandersi nel territorio circostante. Nel ‘300 fu sottomessa ai Visconti per passare poi agli Spagnoli, fino a che nel ‘700 passò ai Savoia, che vollero rafforzare il ruolo militare della città, costruendo la cittadella, tutt’oggi visibile.
Durante la dominazione napoleonica fu distrutta la vecchia cattedrale per fare posto ad una piazza d’armi. Durante il Risorgimento la città ebbe un ruolo molto attivo per d’indipendenza. I primi decenni del ‘900 invece sono il periodo di grande espansione urbanistica della città. In questi anni Alessandria divenne famosa anche per la sua industria di cappelli, la Borsalino.

Alessandria oggi

Oggi il cuore della città è Piazza della Libertà. Vi sorgono il Palazzo municipale, il Palazzo delle poste e dei telegrafi ed uno dei monumenti barocchi più significativi della città, il Palazzo della prefettura e della provincia, detto anche Palazzo Ghilini.

Vicino alla piazza sorge la Cattedrale, costruita nel 1810 in forme neoclassiche. Seguono altre chiese come la chiesa di S. Maria del Carmine, del XV secolo, in stile gotico, e la chiesa di S. Maria di Castello.

Interessante esempio di architettura militare è invece la Cittadella, costruita per volere dei Savoia. Tra i musei possiamo nominare Il Museo civico e Pinacoteca raccoglie varie collezioni con reperti archeologici e il Museo del cappello.

Anche per Alessandria vale la pena citare la tradizionale sfilata dei carri di carnevale che ogni anno attira migliaia di persone in Piazza Garibaldi. Tra gli eventi più importanti rientra la Fiera di San Baudolino e le varie saghe estive con piatti tipici, giochi e musica.

Prodotti tipici

Forti sono le influenze liguri e mediterranee nei prodotti locali e nelle specialità culinarie del territorio: esempi di questo tipo sono le focacce, la farinata, i pansotti, i corzetti, i ravioli al tocco e a livello di pasticceria gli amaretti, i Krumiri e i baci di dama.

Come arrivare

Alessandria può essere raggiunta in aereo tramite l’aeroporto Caselle di Torino, Malpensa e Linate di Milano ma anche tramite l’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova. In treno invece, grazie alle Ferrovie dello Stato (www.trenitalia.com), Alessandria è facilmente collegata a Torino, Milano, Bologna, Piacenza e altre importanti città del nord Italia.