L’evoluzione delle donne all’interno del Parlamento Europeo



Secondo i dati le donne continuano a essere sottorappresentate in politica e nella vita pubblica a livello locale, nazionale ed europeo.

Nel corso degli anni la percentuale di donne europarlamentari è cresciuta. Dal 1952 fino alle prime elezioni del 1979 sono state solo 31 le eurodeputate in carica. Con le prime elezioni dirette del Parlamento europeo la quota femminile arrivò al 15,2%. La percentuale delle donne nel Parlamento europeo è poi cresciuta costantemente a ogni elezione. Al momento, le donne rappresentano il 36,4%.

Per quanto la rappresentanza femminile nel Parlamento europeo non sia abbastanza, è comunque al di sopra della media mondiale e della media europea dei parlamenti nazionali. In merito ai dati relativi alla situazione degli stati membri nel Parlamento europeo, i membri italiani contano il 38% di donne
 

Anche il numero delle donne che ricoprono alte cariche nel Parlamento europeo è in crescita. Nella legislatura corrente, l’ottava, 5 dei 14 vice-Presidenti e 11 dei 23 Presidenti di Commissione sono donne. Nella precedente legislatura, si contavano 3 vice-Presidenti e 8 Presidenti di commissione.

Nel testo sull’integrazione della dimensione di genere, adottato il 19 gennaio, il Parlamento ha richiesto ai partiti politici europei di assicurare per la prossima legislatura una composizione bilanciata nei corpi di governo del Parlamento europeo.